Straordinario recupero di lastre dipinte da Cerveteri

22/03/2016

Particolare di decorazione architettonica
Particolare di decorazione architettonica

Straordinario recupero di lastre dipinte da Cerveteri

Un importantissimo recupero di reperti archeologici trafugati in Etruria meridionale negli anni Ottanta del secolo scorso è stato effettuato a Ginevra, con un’operazione tra le più significative degli ultimi anni, dal Comando Carabinieri - Tutela Patrimonio Culturale. Un noto trafficante internazionale di opere d’arte le aveva occultate, insieme a monumentali vasi figurati della Magna Grecia e a statue romane, in un container tra le migliaia conservati in un immenso magazzino di Ginevra (il Porto franco), ma i “predatori dell’arte” sono stati scoperti e sconfitti.

Il recupero è relativo ad una straordinaria serie di lastre dipinte provenienti da un tempio di Cerveteri databile alla seconda metà del VI secolo a.C. Scene di sacrifici e cortei di divinità, resi con una vivace policromia, decoravano uno degli edifici i monumentali di Cerveteri, tra le principali metropoli etrusche.

Con questo recupero si apre una pagina fondamentale per la ricostruzione della storia della pittura etrusca, dal momento che lastre raffrontabili per caratteristiche tecniche e raffinatezza di esecuzione, opera di artigiani di livello elevatissimo provenienti dall’Oriente, sono presenti soltanto nelle Collezioni del British Museum e del Louvre.

Sarà cura della Soprintendenza avviare un tempestivo intervento di restauro, aperto al pubblico, dell’intero complesso, per restituire alla collettività, in tempi brevissimi dal recupero, questa straordinaria testimonianza del patrimonio archeologico.

Alla presentazione del recupero hanno partecipato il Ministro dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo On. Dario Franceschini, il Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale Generale Mariano Mossa e il Procuratore Aggiunto della Repubblica di Roma, Dott. Giancarlo Capaldo. Era presente l’Ambasciatore della Confederazione Svizzera in Italia, S.E. Giancarlo Kessler.

Cliccare sul link seguente per ulteriori notizie: http://www.rivistasitiunesco.it/528-2/

Recupero Cerveteri